COMUNICATO STAMPA “Apriremo Scuole Calcio in Cina ed in Russia dove lavoreranno tecnici e personale italiano” Scuole calcio in Russia e Cina dove potranno lavorare allenatori, tecnici, medici e fisioterapisti italiani. E’ questo il progetto intrapreso dalla Sport Man del manager e procuratore Alessio Sundas che ha avviato le procedure per espandere il proprio brand a Mosca e Pechino. Un programma molto articolato che permetterà di esportare la grande professionalità di tanti operatori del settore calcistico che potranno proporsi per questa innovativa esperienza. “Il Progetto Scuola Calcio Sport Man – spiega il procuratore Sundas – nasce dall’intento della nostra organizzazione di espandere il proprio raggio di azione anche in Russia ed in Asia, dopo gli ottimi risultati in Italia ed in Europa. Abbiamo pianificato una serie di affiliazioni tra la Sport Man e numerose Scuole Calcio cinesi ed ex sovietiche al fine di convogliare in quella parte di mondo professionisti italiani in grado di apportare uno sviluppo tecnico ed organizzativo di spessore. Esistono molti talenti calcistici in Cina e Russia che spesso non riescono a sbocciare per mancanza di adeguate strutture e maestri da cui poter apprendere preziosi insegnamenti. La Sport Man invita allenatori, massaggiatori, tecnici, fisioterapisti, medici, preparatori atletici ed altre figure professionali omogenee al progetto a contattarci per cogliere al volo questa importante opportunità lavorativa. Sotto l’egida della Sport Man avranno le porte spalancate per operare in queste Scuole Calcio. E’ un progetto che nasce con una solida base economica e non come una spregiudicata avventura. Sono a buon punto i contatti con imprenditori economici russi e cinesi che sponsorizzeranno in modo robusto la nostra iniziativa. Del resto, proprio in questi giorni gli operatori cinesi hanno dimostrato in Italia di essere pronti ad investire centinaia di milioni di euro nel calcio italiano. Siamo convinti – conclude il procuratore sportivo della Federazione calcio, Alessio Sundas – che, oltre a creare nuovi posti di lavoro, esportando l’alta professionalità italiana, potremo coltivare e scoprire nuovi campioni del futuro da valorizzare e lanciare nel calcio internazionale. Troppi bravi atleti asiatici spesso non riescono a decollare proprio per mancanza di una adeguata guida sia tecnica che manageriale. Invitiamo tutti coloro che fossero interessati a questo progetto professionale a contattarci attraverso i nostri siti internet www.sportman.info www.procuratorisportivi.eu”. L’Ufficio stampa Roma 11/06/2016 www.sportman.info www.procuratorisportivi.eu

Sport Man Procuratori Sportivi COMUNICATO STAMPA Il procuratore Sundas propone di inserire una quota di beneficienza nei contratti dei calciatori In attesa dell’apertura ufficiale del calcio mercato a Milano, la Sportman Procuratori Sportivi ha avviato una inedita campagna acquisti. Con l’obiettivo di diventare la migliore azienda italiana ed europea nella gestione dell’immagine e dei contratti dei giocatori di calcio. Dalla Serie A fino alla Serie D, con una particolare attenzione al settore del calcio giovanile da tutto il mondo. E con uno sguardo molto significativo alla solidarietà. “E’ nostra intenzione – afferma il procuratore sportivo della Federazione calcio, Alessio Sundas – arrivare ad ottenere la procura dei migliori giocatori europei in circolazione. Siamo fermamente decisi a voler diventare i protagonisti assoluti del calcio mercato, a costo di contattare i colleghi e proporre che ci cedano le loro procure. La Sportman Procuratori Sportivi tratterà direttamente con le società di calcio per proporre i cartellini dei migliori giocatori provenienti da tutto il mondo. Abbiamo già annunciato che invaderemo Milano in occasione della sessione di calcio mercato estivo per la stagione 2016 – 2017 con trecento potenziali campioni, ma vogliamo accrescere la nostra offerta. E saremo originali con una innovazione mai applicata prima in materia di contratti calcistici. Chiederemo infatti ai giocatori, al momento della firma dell’ingaggio, di devolvere una quota, anche minima, per iniziative di beneficenza e solidarietà. Pensavamo alle adozioni a distanza di bambini meno fortunati, ma siamo aperto ad ogni proposta. La Sportman Procuratori Sportivi vuole ribadire che sport e solidarietà vanno a braccetto, del resto una delle nostre filosofie operative infatti è quella di non mandare allo sbaraglio i giovani calciatori fino a che non sono pronti. Umanamente e sportivamente. Siamo pronti al salto di qualità, saremo noi la vera sorpresa del calcio mercato di luglio”. L’Ufficio stampa Roma 03/06/2016 www.sportman.info www.procuratorisportivi.eu

CONSULENZA LEGALE PER TUTTI I CALCIATORI CHE FANNO PARTE DI SOCIETA' PROFESSIONISTICHE O DILETTANTISTICHE OPPURE PER I CALCIATORI IN CERCA DI SQUADRA E PER TUTTE LE SOCIETA' PROFESSIONISTICHE E DILETTANTISTICHE. CALCIATORI: Per tutti coloro che non sono ancora seguiti da Procuratori oppure che per svariati motivi vogliono cambiare Procuratore, possono inviarci un messaggio in privato lasciandoci tra l'altro il numero di telefono (di uno dei genitori se minorenni) e sarete ricontattati, oppure chiamarci ad uno dei numeri riportati nella sezione "informazioni". SOCIETA' SPORTIVE La figura del Procuratore è fondamentale nel calcio di oggi, per intrattenere i rapporti con le società, con gli sponsor e per cercare sempre di migliorare la posizione dei propri assistiti. Se siete alla ricerca di calciatori con determinate caratteristiche per completare l'organico abbiamo sicuramente la soluzione che fa per Voi. Potete inviarci un messaggio in privato lasciandoci tra l'altro il numero di telefono e sarete ricontattati, oppure chiamarci ad uno dei numeri riportati nella sezione "informazioni". IL Procuratore nel calcio moderno è essenziale per le società come per i calciatori quindi affidarsi ad un'organizzazione seria e professionale come la nostra Vi permetterà di risolvere i problemi di organico con calciatori di qualità. ASSISTENZA LEGALE infine viene prestata a 360° sia agli atleti che alle Società (professionistiche e dilettantistiche)

 

Grazie a presto Alessio Sundas +393895330996

Sport Man Procuratori Sportivi COMUNICATO STAMPA Il procuratore Sundas si prepara ad invadere il calcio mercato Trecento potenziali campioni, provenienti da vari angoli del mondo, invaderanno l’Ata Hotel Executive di Milano in occasione della sessione di calcio mercato estivo per la stagione 2016 – 2017. A guidare l’armata sarà il procuratore sportivo della Federazione calcio, Alessio Sundas, da anni noto nel mondo del calcio per il suo fiuto nello scovare giovani talenti ai quattro angoli del pianeta, che calerà sul tavolo della campagna acquisti veri e propri assi del pallone. Giocatori di età compresa tra i 17 ed i 23 anni saranno portati all’attenzione delle società calcistiche di Serie A, Serie B e Lega pro, nell’ambito di un progetto che prevede anche la possibilità di un connubio tra sport e sponsorizzazioni. Senza dimenticare che in momenti successivi saranno intavolati rapporti anche con le società di Serie D. “Marceremo sull’Ata Hotel – esclama Sundas – con uno stuolo di atleti che, come sempre, non mancheranno di suscitare l’attenzione degli addetti ai lavori. La storia della Sport Man Procuratori Sportivi del resto è costellata di campioni che abbiamo scoperto e lanciato nel grande calcio. Abbiamo in agenda i cartellini di 300 giocatori, provenienti dall’Africa, dal Giappone, dal Sud America e dall’Europa che possono rappresentare un prezioso investimento per le società che avranno fiuto e prontezza nel chiudere gli accordi. Teniamo a precisare che non sono calciatori catapultati in Italia dopo un semplice provino, bensì sono stati seguiti sin dalle scuole calcio dalla nostra rete di osservatori sparsa in tutti i continenti. Abbiamo visionato molti filmati, scegliendo dopo una accurata selezione soltanto coloro che potenzialmente sono pronti per il grande salto nel mondo professionistico. Una delle nostre filosofie operative infatti è quella di non mandare allo sbaraglio i giovani fino a che non sono pronti. Umanamente e sportivamente. Inoltre, abbiamo intenzione di lanciare questi atleti anche come testimonial di rinomati marchi commerciali per spalancare le porte di un futuro radioso anche fuori dal rettangolo verde. Saremo noi la vera sorpresa del calcio mercato di luglio”. L’Ufficio stampa Roma 20/05/2016

Fare il calciatore professionista è una delle ambizioni più popolari tra i giovanotti di molti paesi del nostro pazzo mondo. Il caso più eclatante è sicuramente il Brasile, in cui il sogno di 10 bambini su 10 è diventare attaccante di qualche squadra di calcio europea. Tutti questi bambini – per evidenti ragioni anagrafiche – non sono abituati a porsi troppi problemi relativamente alle proprie aspirazioni. E anche tu, caro lettore, quando incontri in via Montenapoleone a Milano Mario Rossi (nome di fantasia) sulla sua Ferrari XY10 (nome di fantasia) in compagnia di Raffaella Fico (nome di fantasia) inizi a fantasticare su quanto sarebbe migliore la tua vita se al volante di quella XY10 ci fossi tu, senza pensare come sia davvero la vita di Mario Rossi, lontano dai riflettori. Mario Rossi infatti non può fare una serie di cose che tu svolgi abitualmente nel quotidiano (o quasi) e che ti vado immediatamente ad elencare, sperando di interrompere l’ulcera invidiosa che ti sta divorando lo stomaco. Ecco le cose che i calciatori non possono fare. Andare in moto/motorino calciatori in moto Hai mai visto un calciatore famoso in moto? Non credo proprio. Le motociclette, come dice sempre tua madre, sono pericolose, e i calciatori non possono rischiare di farsi male mentre fanno le sgumme sul pavé. Praticare altri sport calciatori che praticano altri sport Stesso discorso delle motociclette. Se un calciatore si fa male mentre stava giocando con gli amici a baseball finisce in guai seri, la dirigenza si arrabbia e gli fa pagare una multa salata. Anche il calcio stesso è vietato, se praticato fuori dal contesto agonistico. Drogarsi calciatori e droga In questo caso ci sono addirittura due controindicazioni: la droga fa male alla salute, e i calciatori devono essere sempre in forma. In secondo luogo ci sono i test antidoping, quindi drogandosi metterebbero a rischio la carriera e danneggerebbero il club. Fare un mese consecutivo di vacanza calciatori in vacanza Le vacanze dei calciatori sono stabilite a seconda degli impegni di squadra. Quindi le tempistiche sono decise dalla società compatibilmente con il campionato, la nazionale, le amichevoli, i tornei estivi, la preparazione atletica, eccetera eccetera. Ingrassare a dismisura calciatori grassi Ad eccezione di casi particolari – come Antonio Cassano – un calciatore non è padrone della propria forma fisica. Un amico mi ha raccontato che un tale di sua conoscenza veniva multato dalla società 500€ per ogni mezzo chilo che ingrassava. Fare outing tifosi omofobi I calciatori non sono nemmeno liberi di esternare le proprie preferenze sessuali, perché i tifosi ignoranti, gli altri calciatori ignoranti e la gente ignorante potrebbero rendergli la vita difficile. Scegliere i propri vestiti sponsor calcio Nel mondo del calcio la questione dello sponsor è una faccenda piuttosto seria. Un calciatore non può scegliere con leggerezza il suo outfit per una serata, una scarpetta sbagliata potrebbe costargli molto caro. Licenziarsi calciatori che non possono licenziarsi Andare dal proprio capo sbattendo le porte e sbraitando come un maniaco per dare le dimissioni è un privilegio che i calciatori, nella maggior parte dei casi, non hanno. Esistono clausole di rescissione e altre beghe burocratiche che sostanzialmente servono per tenere in ostaggio i giocatori. Sei ancora invidioso di Mario Rossi?