Il centrocampista Mattia Ramundo classe 1993 è un giovane dal futuro assicurato. Le sue doti sono senz’altro un ottimo bigliettino da visita per chi volesse puntare su di lui. Da poco è un nuovo tesserato dell’Usd Le Grange Trino formazione del campionato di Eccellenza piemontese. Per lui anche una parentesi interessante con la maglia dello Scalea in Calabria. La velocità, il senso della posizione e la precisione negli assist fanno di lui un calciatore completo sulla quale qualsiasi squadra potrebbe tranquillamente puntarci.
Raoul Colosio è un giovane italiano dal profilo molto interessante. Classe 2001 ricopre il ruolo di portiere ed è uno dei tanti talenti di belle speranze per il calcio italiano. E’ seguito dal player’s agent internazionale Alessio Sundas, ed attualmente veste la maglia della Beretti dell’Az Picerno, club lucano di Lega Pro. Sono tanti gli addetti ai lavori che hanno tutti delle grandi aspettative nei confronti del giovane portiere che sta facendo molto bene quest’anno. Colosio, in passato ha giocato nelle formazioni del Crema e del Cuneo (Lega Pro) dando sempre sicurezza ai propri compagni con ottime prestazioni e facendo vedere sin da subito il suo talento.
Ivan Marcello Potepan classe 1972 è un allenatore in possesso della licenza UEFA, con la doppia cittadinanza italiana-argentina. Il tecnico 48enne ha un passato importante alla guida di diversi club, sia italiani che argentini. La Sport Man, società del player’s agent internazionale Alessio Sundas, fa della sua mission il supporto agli atleti per emergere, crescere, confrontarsi e confermarsi il tutto grazie ad allenatori ben preparati come Potepan pronti a dare una mano a qualsiasi club che ne abbia bisogno.
In data odierna Alessio Sundas, presidente della Uafa, associazione che tutela i procuratori sportivi, ha inviato al Ministro Spadafora una lettera dove suggerisce diversi spunti di riflessione in merito alle tematiche calcistiche oggi in voga. In particolare si legge che: “fermo restando la separazione dei poteri tra ordinamento giuridico e quello sportivo, ciò che mi appresto a scrivere sono considerazioni alle varie problematiche che il calcio dovrà affrontare a breve. Stipendi giocatori Sul punto, la UAFA propone di aprire un tavolo (quando sarà possibile ovviamente e a tempo determinato) tra Governo (che fungerà da Garante), FIGC, Lega (A, B, C e D), Associazione calciatori ed Associazioni rappresentative degli agenti e procuratori (UAFA ed altre) affinché si stipuli un accordo temporale che deroghi i contratti in essere adeguando i compensi dei giocatori nel miglior modo possibile fino alla riapertura del campionato (il contenuto sarà oggetto di concertazione tra le parti). Sponsorizzazioni e diritti televisivi Come si sa, il calcio si basa sulle entrate derivanti dalle sponsorizzazioni e diritti televisivi (contratti regolamentati legislativamente e dalla volontà delle parti) ma questa situazione sta evidenziando una diminuzione della visibilità degli sponsor che i club dovevano garantire (impossibilità sopravvenuta) oltre al fatto che non essendoci partite, neanche le televisioni possono avere quelle prestazioni garantite dai contratti. Ebbene, il Ministero dello Sport, FIGC e parti coinvolte, devono trovare una pronta soluzione per la sopravvivenza del calcio in Italia. La UAFA, da parte sua, attraverso i propri iscritti, è disponibile ad organizzare eventi collaterali dove gli sponsor e le televisioni possano dare e ricevere quella visibilità che serve e che al momento è preclusa. Fine campionato /ordine pubblico Per quanto concerne la chiusura del campionato, partiamo dal presupposto che ci troviamo davanti ad una Pandemia (se non è chiaro). Purtroppo, in questo caso, c’è il rischio che “lo spettacolo non deve andare avanti”. Innanzitutto si deve pensare alla salute pubblica,ovvero: tifosi (parliamo di numerosissime persone ammucchiate a casa davanti ad uno schermo, al bar o allo stadio) addetti ai lavori (giocatori, staff con le relative famiglie, giornalisti, ordine pubblico ecc) e quant’altri, che è elemento essenziale per poter liberarci da questo virus. Io non so a che punto sono gli scienziati per trovare una soluzione al Covid-19, ma la logica di alcuni presidenti di club e di tutti coloro che non capiscono la gravità della situazione, non devono far sbagliare il Governo. Provvedimenti errati che ci porterebbero alla stessa situazione di un mese fa (vedi Hong Kong) non saranno tollerati.". Speriamo che si torni nel più breve tempo possibile alla normalità.
Maycon Vinicius Ferreira da Cruz, come meglio conosciuto Nikao, è un calciatore molto interessante. Ecco perché sono giunte in queste ultime ore diverse richieste per accaparrarsi le sue prestazioni. In particolare un club importante ha chiesto informazioni ed è intenzionato a concludere l’acquisto. Per lui si prospetta un futuro da protagonista. E’ entrato da poco nella scuderia della Sport Man, l’agenzia del player’s agent internazionale Alessio Sundas. Il brasiliano 27enne è un trequartista con un’ottima visione di gioco con la velocità ed il cambio di gioco improvviso. La valorizzazione del calciatore in questi mesi è stata importante per far conoscere le sue doti calcistiche. Le esperienze nell’Atletico-PR, nel Cearà SC, nel Linense-SP ed altri club, fanno di Nikao un profilo interessante per qualsiasi formazione interessata a lui.