Ormai è la missione del top manager fiorentino quello di portare Messi via dal club blaugrana destinazione…

Da diversi anni si sta provando a portare il fuoriclasse argentino in Italia ma è palese che il nostro sistema calcio non sia ancora pronto per una operazione del genere, eccetto poche eccezioni.

In questi giorni lo staff del procuratore sportivo Sundas sta contattando diversi top club europei per proporre l’ambiziosa operazione.

Il Manchester United sta valutando il peso economico dell’operazione, forse la nuova destinazione della Pulce sarà la Premier? Oppure la Roma, oggi contattata dallo staff del procuratore fiorentino?

La Sport Man agenzia di valorizzazione degli sportivi è lieta di annunciare l’arrivo della fortissima giocatrice Natalie Torres Veloza tra le nuove assistite del player’s agent Alessio Sundas.

La straordinaria colombiana arricchisce il reparto difensivo, ha un ottimo tiro ed è dotata di un incredibile dribbling e resistenza che fanno della Natalie Torres Veloza un muro insuperabile.

La sua avventura in Italia si spera possa portare tanti successi per lei e per il club che sceglierà.

Ecco un’altra campionessa pronta ad arricchire il campionato italiano grazie al procuratore sportivo Alessio Sundas

In data odierna il presidente della UAFA - “Union Agent Football Association Deregulation” - Alessio Sundas, ha inviato una petizione in Parlamento contro i profili social che offendono tutti, truffano e creano fake news.

La petizione, a firma Sundas presidente della UAFA prevede “introdurre l’obbligo per tutti i social di far inserire sui dati richiesti per la creazione di un profilo, la carta d’identità del titolare del profilo stesso (visibile solo dal responsabile della privacy del social) così da non creare più quell’anonimato che tutela solo chi vuole fare dei danni a discapito di minori e persone per bene”.

Ancora una volta, l’associazione dei procuratori sportivi iscritti durante la deregulation, ha messo in risalto argomenti e temi di grande importanza sociale e stanno dimostrando una grande sensibilità a problemi sociali di interesse pubblico (non solo nel settore del calcio).

 

Il campionato italiano un tempo era il più bello e difficile del mondo. C’erano tanti campioni come Ronaldo, Del Piero, Totti, Crespo, Maldini, Batistuta, Rui Costa, Cannavaro, Nedved, Kaka, oltre a grandi maestri in panchina come Capello, Lippi, Sacchi e tantissimi altri.

Il mio sogno è quello di ridare al campionato italiano quel prestigio che merita e di riflesso riportare in alto la nostra Nazionale ed ecco perché sto cercando di contattare a mezzo sociale e media i grandi allenatori ancora in attività e delle giovani promesse per riportare il calcio azzurro in alto.

Uno degli allenatori che stimo è Francesco Guidolin, grande stratega che ha portato in alto la sua Udinese e tutte le squadre che ha allenato.

Mr Guidolin, se vuole, può contattarmi per cercare insieme un progetto che le possa interessare (anche all’estero).

Io come diversi miei colleghi quali Jonathan Barnett, Scott Boras, Jorge Mendes, Andrea D'Amico, Tullio Tinti, Mino Raiola, Claudio Vagheggi diamo sempre il cuore verso i nostri assistiti e vogliamo sempre e solamente il meglio per loro.

(Nota stampa Sport Man)

Io e il mio staff stiamo contattando i dirigenti dei top club a livello mondiale per l’incredibile operazione che adesso sembra realtà: VIA MESSI DAL BARCELLONA. Ma chi sarà a godere dei piedi d’oro del fuoriclasse argentino?

Dopo gli incredibili fatti accaduti nei giorni scorsi dove hanno visto coinvolti Griezmann, Dugarry
e Lionel Messi, sembra che qualcosa si muove.

Ecco la frasi choc da parte di Christophe Dugarry, ex attaccante di Bordeaux, Milan e Barcellona, sul numero 10 argentino del Barça, Lionel Messi e il caos di questi giorni in casa blaugrana. «Di cosa dovrebbe avere paura Griezmann, di un ragazzino basso e mezzo autistico? Se ha un problema con Messi, può mangiarselo», ha detto Dugarry ai microfoni di RMC, commentando a modo suo la difficile convivenza tra il numero 10 blaugrana e Antoine Griezmann, che nell’ultima gara contro l’Atletico ha giocato solo pochi minuti.
(Ufficio stampa Sport Man)